Skip to main content

In difesa delle proprie ragioni, una tecnica per allenarsi nel gestire le regole del confronto: cominciare a essere in disaccordo con se stessi

Nel 2004 James Surowiecki, giornalista e scrittore nella squadra del The New Yorker, scrisse il saggio “La saggezza della folla”, in cui spiegava come collettivamente un gruppo di persone può essere più intelligente dei singoli individui più intelligenti che compongono lo stesso gruppo. E come i gruppi più saggi sono quelli composti da individui che hanno opinioni differenti.

Oggi sappiamo, da recenti ricerche, che ognuno di noi ha una “folla” interna con una sua saggezza. Per saper gestire regole ed eccezioni di un sano confronto, anche acceso, gli studiosi identificano una tecnica efficace: cercando la soluzione a un interrogativo, è importante sforzarsi di essere in disaccordo con se stessi e considerare un punto di vista opposto al proprio per guardare così ai problemi da varie prospettive e riuscire ad affrontarli nel modo migliore.

Per esempio si può pensare a una persona con cui spesso si è in disaccordo su argomenti simili e immaginare quale sarebbe la sua risposta. Una vera simulazione del confronto prossimo venturo, insomma.

In più non c’è bisogno che la questione sia stata effettivamente discussa con questa persona: le ricerche dimostrano che il semplice atto d’immaginare la conversazione ci consente di sfruttare il potere della saggezza della “folla”, anche quando questa folla è immaginaria ed è dentro di noi.

In pratica la sana difesa delle proprie ragioni parte dall’abbattimento del pregiudizio su quelle dell’altro e anzi si fonda sul saperle sfruttare in anticipo. Per trovarsi in disaccordo sì, ma ben preparati.

Se vuoi acquisire maggiore consapevolezza
dei tuoi sogni e delle tue paure, consulta anche
questi contenuti o discutine insieme a noi.

Prenota un incontro

Cliccando su "Invia" dichiari di aver letto la Privacy Policy

×